SAGRA DELLA PERA SPADONA

Come ogni paese anche Castel Madama ha la sua Sagra. Protagonista della terza domenica di Luglio è la "Pera Spadona". Frutto caratteristico della nostra terra è simbolo della tradizione agricola, che per anni ha rappresentato la ricchezza del paese. Questa festa istituita nel 1958 è un'occasione ghiotta per fare un viaggio nel tempo e nei sapori tipici, scoprendo le tecniche di coltivazione ed i gesti che i castellani si tramandano da secoli. La festa propone anche mostre d'arte e di artigianato locale

La Pera Spadona di Castel Madama, appartenente alla Famiglia delle Rosaceae, Genere Pyrus, Specie P. Communis L., dal 2009 è tutelata dalla Legge regionale 15/2000 in quanto patrimonio della biodiversità agraria oggi a rischio di erosione genetica. Il frutto è di pezzatura media con peso medio di g 69,5, circonferenza cm 43,9. Presenta forma piriforme-allungata, peduncolo lungo, dritto, cavità peduncolare assente, cavità calicina superficiale, aperta, torsolo medio, forma dei semi allungata. Il colore della buccia è giallo-verdastro e si presenta liscia, con lenticelle piccole e numerose, spessa e rugginosità assente; polpa bianca, mediamente soda con tessitura medio fine, fondente, succosa, sapore medio. La pianta presenta vigoria media, portamento espanso e produttività medio-elevata.

La Pera Spadona di Castel Madama è una varietà diffusa nelle aziende frutticole e negli orti familiari dell'Agro di Castel Madama e nella zona pedemontana della Sabina. In quest'area è conosciuta con l'appellativo di stuvaletta (o stualetta) poiché sembrerebbe essere stata prodotta per la prima volta in loco nella prima metà dell'800 da un contadino soprannominato appunto "de Stualetta". L'agricoltore aveva innestato, per prova, in un terreno sito in località Pietro Romano, una pera comune con un'altra di natura selvatica. L'ibrido che ne risultò si rivelò sorprendentemente ricco di qualità organolettiche e gastronomiche. In breve la produzione giunse a sfiorare i tredicimila quintali l'anno, tanto da essere massicciamente esportato sui mercati di Roma e costituire nel tempo una notevole fonte di reddito per numerose famiglie del posto. Ogni anno, dal 1958, la terza domenica di luglio viene organizzata la Sagra della Spadona di Castel Madama con lo scopo di promuovere la diffusione e la vendita delle pere estive da tempo coltivate nel territorio. In questa occasione vengono premiati i primi tre produttori che presentano il miglior frutto. Attualmente la produzione locale di Pera Spadona e della sua varietà pera de Zi Lorenzu, fino ad alcuni decenni fà concentrata lungo la statale Empolitana, è però diminuita, ma è innegabile che il frutto è veramente gustoso e pieno di proprietà organolettiche e ha i suoi estimatori.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Hostgator Coupon | Electronic Cigarette